Fino a che età si può prendere il congedo parentale facoltativo?

Il genitori lavoratori dipendenti con un figlio che non abbia ancora compiuto otto anni, possono assentarsi alternativamente dal lavoro fino a un totale di dieci mesi (elevati a 11 mesi se è il padre a utilizzare almeno tre mesi di congedo). D lgs 151/2001 art. 32

Se il bambino ha una certificazione di handicap con gravità, tale congedo può essere utilizzato per un totale di tre anni, in forma continuativa o frazionata fino al compimento dei dodici anni (e dodici anni dall’ingresso  in famiglia in caso di adozione) (D Lgs 151/2001 art. 33)

Vai al messaggio INPS 4805 16/7/15

Il congedo spetta al genitore richiedente anche qualora l’altro genitore non ne abbia diritto.

Retribuzione: indennità pari al 30% dello stipendio

In alternativa al prolungamento del congedo è possibile essere fruire di tre giorni al mese di permesso lavorativo.

 

Cumulabilità dei congedi e dei permessi nello stesso mese: il prolungamento del congedo parentale è fruibile in forma alternativa rispetto ai riposi orari e ai tre giorni al mese di permesso (cioè: o l’uno o gli altri). E’ compatibile con il Congedo straordinario di due anni, ma i due congedi devono essere fruiti dai genitori in giorni diversi. Approfondisci

 

Ricovero: se il bambino ha meno di tre anni, perché i genitori abbiano diritto al prolungamento del congedo facoltativo, egli non deve essere ricoverato a tempo pieno presso istituti specializzati (non sono gli ospedali), mentre una volta compiuti i tre anni egli non deve essere ricoverato, a meno che la presenza dei genitori venga richiesta dai sanitari. Per ricovero a tempo pieno si intende il ricovero per le intere 24 ore presso ospedali o in strutture pubbliche o private che assicurino assistenza sanitaria.

 

Ultimo aggiornamento: 17/7/2015


StampaStampa

Leggi anche...