Come si presenta la domanda di accertamento d’invalidità o di handicap?

La procedura per la presentazione della richiesta di invalidità civile e/o di handicap è interamente telematica.

I tre passaggi fondamentali sono:

1. la compilazione online di un certificato da parte del medico che segue il vostro bambino (di norma se ne occupa la neuropsichiatra infantile, gratuitamente, ma può essere compilato anche da un medico del reparto ospedaliero, nel caso di bambini ricoverati o in carico all’ospedale dal pediatra -pubblico o privato, dal vostro medico di famiglia.

NB: Se il medico che compila il certificato telematico per la richiesta di accertamento d’invalidità  non spunta la casella relativa alla non autosufficienza, l’INPS non potrà riconoscere il diritto all’indennità di accompagnamento, a meno che il medico non rediga un ulteriore certificato online a integrazione del precedente, su richiesta della commissione medico-legale. Nei casi dubbi è quindi opportuno che il medico spunti la casella corrispondente.

In caso di medico dipendente da una ASL o ospedale, il certificato deve essere redatto nell’ambito della propria attività di Servizio e deve essere compilato gratuitamente. Nel caso del pediatra e del medico di famiglia invece il certificato è a pagamento.

Il certificato ha validità pari a 90 giorni.

2. la prenotazione della visita medico-legale di accertamento dello stato di invalidità e/o di handicap: consiste nel recarsi presso un CAF o un Patronato con una copia del certificato rilasciato dal medico. La prenotazione e la visita sono gratuite.

NB: per prenotare l’accertamento occorre soltanto il NUMERO SERIALE del certificato, dunque non lasciate il certificato medico al CAF: vi occorrerà in originale alla visita medico legale di accertamento.

3. la visita di accertamento medico-legale

 

Invalidità / Handicap

Verificate che il medico abbia spuntato le due caselle, “Invalidità” e “Handicap”.

 

Cecità, Sordità

In caso di richiesta di accertamento per cecità civile il certificato medico deve riportare in anamnesi quanto indicato dall’oculista nel proprio certificato. Il medico ha inoltre la possibilità di allegare una scansione del certificato oculistico. Il certificato oculistico può essere stato rilasciato anche da un oculista privato.

La casella “Sordità” deve essere spuntata soltanto quando il bambino ha una sordità profonda.

 

Il CAP e l’ASL

Nella procedura telematica ricoprono un’importanza fondamentale il CAP e l’ASL di riferimento, che vengono indicati nel modulo telematico dal patronato. Se il CAP non è corretto, non viene preso in considerazione dal sistema automatico, con la conseguenza che la domanda può rimanere indefinitamente in sospeso.

Visite per rivedibilità
Quando un certificato d’invalidità o di handicap prevede una rivedibilità (es. riporta “Rivedibile al 12/2015″) significa che l’INPS stessa convocherà vostro figlio o figlia alla visita di revisione e a comunicarvene data e luogo.

A diciotto anni occorrerà prenotare un nuovo accertamento. Il certificato medico potrà essere datato anteriormente al diciottesimo compleanno, ma l’accertamento non potrà essere prenotato prima, dal momento che titolare della richiesta sarà vostro figlio, nel suo nuovo status di maggiorenne.

Vai all’articolo

Ultimo aggiornamento: 27/4/2015


StampaStampa

Leggi anche...

Lascia un Commento