Anche il sonno è difficile nella distrofia di Duchenne

Nei giovani pazienti con distrofia muscolare di Duchenne i disturbi del sonno sono frequenti e sono associati soprattutto all’immobilità obbligata. Lo stabiliscono i risultati, raccolti con un questionario, di uno studio frutto della collaborazione di ricercatori svizzeri e irlandesi che hanno utilizzato una scala standardizzata di valutazione della qualità del sonno, la Sleep Disturbance Scale for Children su 63 pazienti. Il 25,4% di loro (n=16) aveva un punteggio complessivo patologico, mentre nella popolazione generale soffre di disturbi del sonno circa il 3% degli individui di pari età. I problemi più frequenti riguardavano le fasi di inizio e di mantenimento del sonno (29,7%); si registravano inoltre disturbi respiratori (15,6%) e sudorazione (14,3%) durante il sonno.

L’analisi statistica ha evidenziato una stretta relazione tra i disturbi del sonno e la dipendenza da un operatore per essere mobilizzati.

Questa caratteristica della malattia va tenuta presente sia nella valutazione clinica sia nell’impostazione dell’assistenza.

 

Bibliografia: Bloetzer C, Jeannet PY, et al. Sleep disorders in boys with Duchenne muscular dystrophy. Acta Paediatrica 2012;101:1265-9.


StampaStampa

Altri post in studi e ricerche...

Lascia un Commento