I rischi a lungo termine della nascita prematura

La nascita estremamente anticipata, anche nei casi in cui non ci sono conseguenze cliniche gravi, comporta un aumento del rischio di sviluppare disturbi delle funzioni esecutive, cioè delle attività più complesse del sistema nervoso, elaborate a livello della corteccia cerebrale e deputate al controllo e alla pianificazione del comportamento. Si tratta in pratica delle abilità che permettono a una persona di anticipare, progettare, stabilire obiettivi, attuare progetti finalizzati a uno scopo, monitorandoli e, se necessario, modificando il proprio comportamento per adeguarlo a nuove condizioni.

Un gruppo di ricercatori provenienti da diversi centri universitari svedesi ha studiato all’età di 11 anni un’ottantina di bambini nati molto prematuri (prima della 26a settimane di gestazione) per verificare l’eventuale presenza, la frequenza, le caratteristiche e la gravità di problemi comportamentali legati alle funzioni esecutive e riguardanti le abilità di apprendimento. Questi bambini sono stati confrontati con un gruppo di bambini di controllo di pari età utilizzando uno strumento diagnostico di provata affidabilità, come il questionario Five to Fifteen, inviato via mail a genitori e insegnanti.

Entrambe le categorie di educatori hanno riportato che i bambini con storia di prematurità, avevano rispetto ai soggetti di controllo, molti più problemi nei comportamenti collegati alle funzioni esecutive (attenzione, iperattività/ipoattività, impulsività, pianificazione e organizzazione, memoria di lavoro) e un deficit nelle capacità di apprendimento. Va sottolineato che solo una piccola quota di bambini prematuri (tra il 10 e il 30% secondo le modalità di indagine) aveva una compromissione clinicamente rilevante.

Gli autori concludono sottolineando che la prematurità è una condizione nel complesso (che non bisogna dunque drammatizzare), ma richiamano la possibilità che si associ ad alcune “fragilità” che è bene conoscere a affrontare con una diagnosi accurata e interventi di supporto adeguati.

 

Bibliografia: Farooqi A, Hägglöf B, Serenius F. Behaviours related to executive functions and learning skills at 11 years of age after extremely preterm birth: a Swedish national prospective follow-up study. Acta Paediatrica 2013;102:625-34.

e-mail: aijaz.farooqi@pediatri.umu.se


StampaStampa

Altri post in studi e ricerche...

Lascia un Commento