Prima colazione, tanta salute

Ormai si sa che un’alimentazione sana per qualità e quantità, mette un’ipoteca sulla salute da adulti. Una ricerca irlandese suggerisce che la prima colazione è strategica, anche se bambini e adolescenti tendono a evitarla per fretta o pigrizia. Un gruppo di 264 ragazzini di 10-13 anni, sia maschi sia femmine sono saliti sulla bilancia e hanno compilato un questionario sulla dieta seguita in 3 giorni consecutivi, dal venerdì alla domenica. E’ emerso che il loro indice di massa corporea (BMI, il parametro che definisce il peso in funzione dell’altezza) tendeva a essere sotto controllo quando la prima colazione era un’abitudine. Questi stessi bambini risultavano meglio nutriti in quanto i livelli di ferro, calcio e vitamina E nel sangue erano maggiori. Dallo studio proviene un’altra interessante segnalazione: l’età critica per “saltare” la colazione e assumere abitudini alimentari non corrette si colloca intorno agli 11 anni.

 

Bibliografia: Coppinger T, Jeanes YM, et al. Body mass, frequency of eating and breakfast consumption in 9–13-year-olds. J Hum Nutr Diet 2012;25:43-9.

e-mail: tara.coppinger@cit.ie


StampaStampa

Altri post in studi e ricerche...

Lascia un Commento