La strana collezione di Mr. Karp

Recensione Libro

Una famiglia in difficoltà economica, un licenziamento ingiusto, un inquilino misterioso, una passione per le collezioni bizzarre. A partire da questi ingredienti, La strana collezione di Mr. Karp mescola schizzi di realtà mai così attuale e spunti di invenzione lieve senza effetti speciali.

Mr Karp è infatti un insolito signore di mezza età che raccoglie e cataloga con inaudita passione flaconcini di acque speciali: l’acqua in cui Shakespeare bollì una coscia di  montone scrivendo Romeo e Giulietta, l’acqua del Fiume Giallo dopo la traversata a nuoto di Mao-Tse-Tung o l’acqua della vasca da bagno di Sarah Bernhardt. Ecco perché il suo incontro con Randolph, 11 anni, collezionista di tappi di bottiglia, penne e parole non potrebbe essere più azzeccato. Riuniti sotto lo stesso tetto, dopo che la famiglia del ragazzo si trova ad affittare la mansarda per sopraggiunte ristrettezze economiche, i due si scrutano e si avvicinano come bestiole furtive fino ad arrivare a condividere i piaceri e i tormenti che la comune passione riserva loro. Sarà un flaconcino particolarmente unico, appartenuto a Napoleone e giunto fino in Giappone, a invitare lettori e personaggi a una riflessione congiunta sul valore delle cose tangibili e di quelle impalpabili.

La storia incuriosisce e stuzzica, benché la componente avventurosa non decolli in modo roboante. Il libro si fa in generale leggere con facilità, merito anche del carattere ad alta leggibilità che contraddistingue l’intera collana (Maxizoom) di cui fa parte.


StampaStampa recensione

Accessibilità del volume


Descrizione del supporto

Formato: Piu piccolo di un A4
Forma delle pagine: Regolare
Presenza di dispositivi per aiutare a sfogliare le pagine: No
Presenza di elementi mobili: No
Presenza di elementi staccabili: No
Multimedia: No

Descrizione del contenuto

Complessità della storia: 3
Complessità della storia descrizione: Pochi personaggi, storia a sviluppo prevalentemente lineare.

Descrizione del testo scritto

Presenza del testo: Si
Dimensione del carattere: Normale
Font: Minuscolo
Complessità del testo: 3
Complessità testo descrizione: Prevalenza di frasi brevi e senza subordinate, ben distinte grazie all'invio a capo pressoché dopo ogni punto. Testo che affatica meno la vista (paragrafi distanziati e non giustificati). Lessico semplice e familiare. Discorsi diretti perlopiù non esplicitamente attribuiti.
Lunghezza: 0

Descrizione delle immagini

Presenza di immagini: Si
Rapporto spaziale con il testo: Integrate nel testo
Colore: A colori
Tipo di immagini: visuali
Complessità delle immagini: 3
Complessità immagini descrizione: Immagini tutte giocate sui toni di grigio e blu, con pochi dettagli e tratto netto. Talvolta fanno da cornice al testo.