Indennità per invalidi e ricovero

Uno dei requisiti per aver diritto all’indennità di accompagnamento (invalidi civili non autosufficienti) e all’indennità di frequenza (invalidi minori autosufficienti) è l’assenza di ricovero in istituto con pagamento della retta a carico dello Stato (o di Ente pubblico), per es. l’ospedale.

Se per l’indennità di accompagnamento era già chiaro che il ricovero fosse considerato tale quando pari o superiore a 30 giorni, rispetto all’indennità di frequenza la legge la indicava come incompatibile con qualsiasi tipo di ricovero.

L’INPS ha di recente omologato il criterio: le due indennità sono incompatibili con un ricovero a spese dello Stato o di Ente pubblico pari o superiori a 30 giorni. 

Vai all’articolo


StampaStampa

ALTRI POST DI QUESTA CATEGORIA...