Le novità del decreto semplificazione

Dito ritorna con buone notizie dal Decreto semplificazione.

Ricordiamo che riferendosi DiTo ai minori, riportiamo le novità che li riguardano.

 

Certificazioni provvisorie.  Trascorsi 45 giorni dalla domanda di accertamento di handicap, su richiesta dei genitori la certificazione provvisoria di handicap grave può essere rilasciata dal medico specialista pubblico che segue il bambino (per es. neuropsichiatra infantile), il  medico specialista pubblico che ha in carico il bambino può rilasciare – su richiesta dei genitori- un certificato provvisorio di handicap con gravità.

Anche la commissione medica di accertamento dell’handicap è autorizzata a rilasciare, al termine della visita di accertamento, una certificazione provvisoria di handicap grave.

Queste certificazioni valgono fino all’emissione del verbale definitivo da parte dell’INPS, che riceverete a casa, e possono essere utilizzate per richiedere i permessi lavorativi (Legge 104/92 art. 33) o il congedo straordinario retribuito (D. Lgs 151/2001, art. 42). La commissione dovrà poi rilasciare un certificato provvisorio, utile per la fruizione sia dei permessi lavorativi (tre giorni al mese), sia del congedo straordinario retribuito di due anni.

Vai all’articolo

Tempi massimi di definizione dei verbali. La commissione per l’accertamento dell’handicap dovrà ora pronunciarsi entro 90 giorno anziché i precedenti 180.

Rivedibilità. Alcuni verbali di invalidità o di handicap riportano una data di “rivedibilità”. In attesa di un nuovo accertamento non si perdono più benefici, prestazioni e agevolazioni di qualsiasi natura. Inoltre, sarà ora l’INPS a chiamare a visita le persone il cui verbale riporta una scadenza. Vai all’articolo

Compimento della maggiore età. I neomaggiorenni titolari di indennità di accompagnamento non verranno sottoposti a nuova visita: le provvidenze economiche spettanti verranno concesse in automatico. I minorenni che percepiscono l’indennità di frequenza verranno invece rivalutati al compimento del 18 anno di età (dovranno fare domanda), ma facendone richiesta presso un patronato o un CAF avranno diritto alle provvidenze per invalidità civile spettanti ai maggiorenni. Vai all’articolo

Parcheggi. I Comuni devono stabilire un parcheggio dedicato alle persone con contrassegno di sosta ogni 50 posti, anche nel caso di parcheggi a pagamento dati in gestione. Vai all’articolo

Vai al decreto semplificazione


StampaStampa

ALTRI POST DI QUESTA CATEGORIA...