Legame fraterno e disabilità 6-3-15

Nell’80% di casi circa le persone disabili hanno almeno un fratello o una sorella; sono le persone che ci trascorrono anagraficamente più tempo insieme. Il giudice tutelare per individuare il tutore o l’amministratore di sostegno li convoca per legge e frequentemente la scelta cade proprio su di loro. Spesso i genitori danno per scontato che saranno i fratelli e le sorelle un giorno a prendersi cura del figlio disabile. Area onlus e il Consorzio R.I.S.O. hanno organizzato il convegno “Fratelli unici” – Torino – 6 marzo 2015

Vai al programma


StampaStampa

ALTRI POST DI QUESTA CATEGORIA...