- Area – Disabilità a Torino - https://dito.areato.org -

Quali sono le agevolazioni per l’acquisto di tablet o computer?

Il computer e il tablet sono strumenti ormai di utilizzo quotidiano, utili non solo per lavoro o tempo libero, ma anche per la comunicazione interpersonale, per l’accesso all’informazione (consultare un quotidiano), per seguire le lezioni,  per ordinare una spesa online o capire dove si trova la banchina accessibile più vicina per “salire” su un mezzo pubblico.

Sull’acquisto di “Strumenti tecnici e informatici” è prevista l’IVA al 4% quando essi sono “preposti ad assistere alla riabilitazione, o a facilitare la comunicazione interpersonale, l’elaborazione scritta o grafica, il controllo dell’ambiente e l’accesso alla informazione e alla cultura in quei soggetti per i quali tali funzioni sono impedite o limitate da menomazioni di natura motoria, visiva, uditiva o del linguaggio”

Le agevolazioni per acquisto tablet o computer

Quali documenti occorrono per l’IVA al 4%?

Al momento dell’acquisto occorre produrre soltanto la “copia del certificato attestante l’invalidità funzionale permanente rilasciato dall’azienda sanitaria locale competente o dalla commissione medica integrata”, se questi certificati riportano il collegamento funzionale tra il sussidio tecnico-informatico e la menomazione permanente. Se i certificati di invalidità o handicap non riportano questa evidenza, all’atto dell’acquisto occorrerà integrare con una specifica certificazione rilasciata dal medico curante contenente l’attestazione di collegamento funzionale (novità introdotta dal Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 7 aprile 2021)

In sintesi, i documenti da produrre al negoziante al momento sono:

– certificato d’invalidità o di handicap;

– prescrizione del medico curante (nei minori di solito si tratta del neuropsichiatra infantile)

 

Detrazione IRPEF 19% – soggetti con disabilità o DSA

Sugli stessi prodotti è possibile fruire anche di una detrazione IRPEF del 19%, tramite la dichiarazione dei redditi. Dal 2018 è prevista la detrazione IRPEF anche per gli studenti con DSA che frequentano la scuola primaria o secondaria di I o di II grado (ovvero dalla prima elementare fino all’ultimo anno della scuola superiore).

La detrazione riguarda gli strumenti compensativi, come per esempio:

Leggi su Associazione Italiana Dislessia

 

Aggiornato al 18-5-2021