- Area – Disabilità a Torino - https://dito.areato.org -

Malattie metaboliche e difficoltà alimentari

«Può sembrare scontato che i bambini con malattie metaboliche ereditarie abbiano difficoltà nella nutrizione; in realtà esistono pochi dati al proposito, mentre sarebbe importante conoscere le caratteristiche, la gravità e la frequenza di queste difficoltà per gestire al meglio la malattia.» Partendo da queste premesse, i dietologi e i pediatri del Birmingham Children’s Hospital hanno analizzato 20 casi con diverse malattie metaboliche (9 femmine, età 1-6 anni, mediana 2,7 anni) utilizzando un questionario sul comportamento alimentare raccolto da genitori e operatori sanitari e una serie di 3 riprese video al momento dei pasti. Dal confronto con un gruppo di controllo di bambini sani paragonabili per età sono emersi alcuni problemi rilevanti. I bambini malati avevano più spesso poco appetito (55% vs 7% nei bambini di controllo, p=0,004), una scelta degli alimenti  monotona (55% vs 27%, p=0,04) e una durata dei pasti prolungata (70% vs 20%, p=0,006). Inoltre erano più frequenti il vomito, comportamenti alimentari disturbati, la scarsa attenzione al cibo e la rara tendenza ad alimentarsi autonomamente. I video documentavano che, a parità della durata del pasto, la quantità di cibo introdotta era circa la metà (3,4 vs 1,5 bocconi/al minuto, p<0,001). Durante il pasto i genitori dei bambini malati parlavano meno con i figli, evidentemente preoccupati dalla difficoltà del momento.

Nei bambini con malattie metaboliche, per garantire un’alimentazione adeguata e un buon rapporto con il cibo è quindi necessario dedicare attenzione particolare al momento dei pasti, senza però caricarli di tensioni e preoccupazioni. Si tratta di un compito non facile che richiede strategie appropriate probabilmente ancora da definire.

 

Bibliografia: Evans S, Alroqaiba N, et al. Feeding difficulties in children with inherited metabolic disorders: a pilot study. Journal of Human Nutrition and Dietetics 2012; 25:209-16.