La scuola è dotata di ausili e sussidi?

La legge (Legge 104/95 art. 13) prevede che le scuole siano dotate di attrezzature tecniche (p. es. ausili per la mobilità o per la postura), di sussidi informatici-didattici (tastiere o mouse particolari) e di comunicatori atti a favorire l’integrazione scolastica e a garantire il diritto allo studio.

Per l’acquisto di piccoli sussidi didattici la scuola riceve dei fondi ad hoc; inoltre essa riceve in prestito d’uso dall’ente locale (il Comune) gli ausili indicati in apposite relazioni dagli operatori sanitari (es. fisioterapista) e riceve in prestito dalla Scuola polo i sussidi didattici utili per l’attività scolastica, per cui è fondamentale che all’atto dell’iscrizione la famiglia fornisca alla scuola  una relazione (del NPI o della fisioterapista che seguono il bambino) con l’indicazione degli ausili necessari.  Per consultare la procedura prevista per le scuola elementari di Torino: clicca qui

È il dirigente scolastico a dover inoltrare tempestivamente le richieste di ausili ai diversi enti

A TORINO: la Divisione servizi Educativi gestisce un magazzino ausili che vengono dati in prestito d’uso a scuole elementari e medie. Per saperne di più clicca qui.

NB: Affinché la scuola possa procurarsi gli ausili e i sussidi  per il vostro bambino è sempre necessaria la richiesta da parte del medico specialista che lavora presso una struttura pubblica (neuropsichiatra infantile solitamente); la prescrizione deve riportare i codici ISO corrispondenti all’ausilio.

Per la scuola superiore, a Torino il riderimento è l’Istituto Arduino: clicca qui

Domande più frequenti

Ultimo aggiornamento: 11-10-2016


StampaStampa

Leggi anche...