Come si prenotano le visite specialistiche?

Dopo le dimissioni dal reparto di maternità dell’ospedale, il vostro bambino può aver bisogno di visite specialistiche (p. es. ortopediche, fisiatriche, neurologiche ecc.) o di specifici esami di laboratorio (p. es. sangue, urine, feci) o strumentali (p. es. radiografie, ecografie, TAC).

Come si richiedono le visite specialistiche e gli esami?

Tutte le visite di medici specialisti che lavorano all’interno di strutture pubbliche e convenzionate con il Servizio Sanitario, devono essere richieste per vostro figlio dal pediatra di famiglia, che preparerà sull’apposito ricettario un’impegnativa (cioè una richiesta) in cui indicherà la motivazione per cui ritiene necessaria la visita.

Nota bene: le visite a domicilio sono possibili soltanto se il pediatra specifica sull’impegnativa che si tratta di una “Visita domiciliare”.

Ottenuta l’impegnativa, si prenoterà la visita telefonando all’ufficio prenotazioni della propria ASL (se questo è possibile); a Torino questo servizio è affidato al Sovracup, per tel. 840.70.50.07, o tramite Internet (clicca qui). Non tutte le ASL accettano le prenotazioni telefoniche, in particolare quando si tratta di visite domiciliari. Le prenotazioni possono essere effettuate anche presso gli ospedali e i centri sanitari convenzionati con la propria ASL. Le visite domiciliari possono essere prenotate soltanto presso la propria ASL.

Il Sovracup permette di prenotare nei tempi più brevi possibili e presso le strutture più comode (p. es. vicine a casa propria, vicine alla scuola frequentata da vostro figlio…).

Lo stesso procedimento vale per richiedere gli esami.

Le visite specialistiche nel caso di stranieri irregolari vengono prenotate mediante impegnativa rilasciata dello sportello ISI o dal Consultorio pediatrico o ginecologico.

Per gli esami più complessi, come la TAC o la Risonanza Magnetica, è sempre meglio verificare, con una telefonata, se la struttura prescelta può effettuare l’esame di cui il vostro bimbo ha bisogno.


StampaStampa

Leggi anche...