Cosa sono l’arteterapia e la musicoterapia?

Fra i molti modi in cui ciascuno di noi riesce a esprimere e scoprire se stesso, l’arte nella sua molteplicità di tecniche e di manifestazioni è sicuramente uno dei migliori.

Le nostre espressioni artistiche inoltre, “lette” da persone adeguatamente preparate, possono aiutarci a scoprire i nostri talenti, così come affiancarci nell’indagare e affrontare alcune nostre nostre difficoltà.

Le arti permettono di esprimere i propri sentimenti o stati d’animo, senza doverli “spiegare” a parole. Questo aiuta a conoscersi meglio e mette in luce risorse spesso nascoste.

L’arteterapia prevede l’utilizzo di materiali e di tecniche artistiche, come la pittura, il disegno, la manipolazione della creta e il collage. Esprimersi attraverso le immagini, le forme e i colori permette di superare eventuali difficoltà comunicative e di raccontarsi più liberamente e spontaneamente, grazie all’impiego di un linguaggio non verbale, più vicino all’infanzia e al linguaggio dei sogni.

La musicoterapia è l’utilizzo della musica per favorire la comunicazione, le relazioni con gli altri , ma anche la motricità e l’espressione di sé. L’obiettivo di questa attività non è “insegnare la musica”, quanto piuttosto utilizzarla per comunicare. Il suono, la musica ed il movimento, infatti, offrono la possibilità di esprimere le proprie emozioni, mentre il musicoterapeuta aiuta a prenderne consapevolezza.
La musicoterapia può essere utilizzata da bambini ed adulti, sia individualmente che in gruppo, in numerosi ambiti di intervento tra cui l’autismo, i disturbi ed i ritardi cognitivi, le disabilità motorie, le psicosi, i disturbi del linguaggio.


StampaStampa

Leggi anche...